COMSUBIN, la specializzazione per gli Incursori “Combat Ready”

di Benjo Commenta

Dopo il duro corso di addestramento basico gli allievi che siano riusciti a superarlo con successo acquisiscono il brevetto da Incursore del COMSUBIN, le forze speciali della Marina Militare, ma il corso non abilita gli operatori come “Combat Ready”.

Il passo successivo al corso basico è il conseguimento del brevetto da paracadutista per lancio vincolato; il corso di paracadutismo si tiene, come per le altre forze speciali italiane, a Pisa presso il CAPAR, Centro Addestramento Paracadutismo, in collaborazione con il personale del IX Reggimento Incursori Col Moschin ed ha una durata di quattro settimane.

Una volta conseguito anche il brevetto da paracadutista gli Incursori del COMSUBIN frequenteranno un ulteriore corso integrativo avanzato; durante questo corso gli Incursori affinano la conoscenza delle tecniche, delle tattiche e delle procedure che sono proprie del reparto speciale della Marina; in particolare gli Incursori di Marina acquisiscono le necessarie conoscenze per automatizzare particolari procedure e tecniche di combattimento terrestre, di attacco ad unità navali e di presa di terra. Inoltre gli operatori affineranno le tecniche di discesa dall’elicottero “fast rope” e delle procedure per le operazioni con elicotteri nonché l’addestramento al fuoco di squadra ed al tiro in movimento.

Gli Incursori del COMSUBIN durante il corso avanzato approfondiranno inoltre le tecniche di utilizzo di vari tipi di fucili d’assalto, di utilizzo di materiali esplosivi e di razzi; altro tipo di addestramento per gli incursori prevede l’acquisizione delle tecniche di combattimento urbano e per particolari operazioni speciali che prevedono uno scenario di ambienti ristretti come edifici ed unità navali. Ultimate tutte le fasi dell’addestramento avanzato gli Incursori saranno considerati “Combat Ready” e potranno partecipare alle missioni speciali assegnate al reparto.

Durante la vita operativa presso il reparto ogni Incursore potrà ulteriormente aumentare la propria conoscenza frequentando corsi di specializzazione, sia in Italia che all’estero, a seconda delle proprie particolari attitudini e delle particolari esigenze del reparto in modo da aumentarne le capacità operative in ogni situazione.

Tra i corsi di specializzazione per gli Incursori svolti in Italia si trovano il corso di paracadutismo TCL, con Tecnica di Caduta Libera, anch’esso svolto come quello basico presso il CAPAR di Pisa, durante il quale gli operatori acquisiranno le necessarie conoscenze per effettuare lanci ad apertura comandata da un’altezza massima di 4000 metri; in genere per gli Incursori al corso TCL segue il corso avanzato di Paracadutismo per l’acquisizione delle tecniche di lancio HALO, High Altitude Low Opening, cioè lancio da alta quota (max 11.000 metri) con bombola di ossigeno ad apertura del paracadute e bassa quota, e delle tecniche di lancio HAHO, High Altitude High Opening, cioè con lancio ed apertura ad alta quota e navigazione aerea a vela.

Altri corsi di specializzazione per gli Incursori sono il corso per tiratore scelto, il corso anti esplosivi, un corso di comunicazioni ed un corso per Istruttore militare di alpinismo; a questi più diffusi si aggiungono il corso FAC, Forward Air Controller, che abilita gli operatori alle missioni di tipo FAC per la designazione di obbiettivi ai piloti d’aereo e la coordinazione da terra di attacchi aerei. Al corso FAC in genere segue il corso CF/OS, Controllore del Fuoco per Operazioni Speciali, che a sua volta richiede quale requisito necessario l’abilitazione FAC/LTM, Laser Target Marking, per l’utilizzo dei designatori laser in dotazione di reparto per “illuminare” gli obbiettivi da colpire. Il corso FAC si svolge presso la Scuola di Aerocooperazione dell’Aeronautica Militare e richiede come requisito necessario un elevata conoscenza della lingua inglese per l’acquisizione della quale è previsto un apposito corso avanzato presso la Scuola di Lingue Estere dell’Esercito sita a Perugia.

Gli Incursori potranno inoltre scegliere di frequentare un corso per l’interpretazione delle riprese aeree, un corso da fotografo subacqueo, un corso di abilitazione per l’utilizzo di autorespiratori ad aria fino a 40 metri; a questi corsi inoltre si aggiungono altri corsi di perfezionamento che si svolgono generalmente in Germania presso l’ISTC, International Special Traning Center di Pfullendorf, la scuola delle Forze Speciali della NATO.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>