Aeronautica Militare, tutti gli aerei della forza armata

di Matteo Carriero Commenta

Aeronautica Militare, tutti gli aerei della forza armata in una breve, ma completa, panoramica. Dagli Airbus A319Cj Agli Eurofighter 2000 Typhoon, passando per i Tornado IDS IT-ECR e gli MQ-1C Predator A+.

Vediamo oggi quasi sono tutti i modelli di aerei dell’Aeronautica Militare italiana. Cominciamo dagli elicotteri AB.212, che permettono servizi di ricerca e soccorso ovunque in Italia (e nelle acque territoriali), di giorno, di notte e in condizioni meteo estreme. Troviamo poi l’Airbus A319CJ, grande aereo da trasporto in grado di atterrare e fermarsi in pista automaticamente, il primo velivolo dell’Aeronautica in grado di compiere avvicinamenti ILS.

Tra i caccia troviamo poi l‘AMX/AMX-T, un monomotore denominato Ghibli, e tra i velivoli di pattugliamento con grande autonomia e raggio d’azione i Br-1150 Atlantic, nonché la grande quadriturbina da trasporto, il C-130J Hercules II, e il nuovo C-27J Spartan. Tornando ai caccia, abbiamo i famosissimi Eurofighter 2000 Typhoon, prodotti in Europa: caccia di ultima generazione, da combattimento, il più innovativo prodotto nel continente.

Tra gli aerei dell’Aeronautica troviamo poi il Falcon 50, trireattore adatto al trasporto sanitario, e il Falcon 900EX, trireattore con autonomia intercontinentale, nonché l’aliante da addestramento G-103 Twin Astir e e il massiccio elicottero HH-3F Pelican, nonché l’Hospital Helicopter HH-139A, e il KC-767A, un derivato del Boeing 767-200 Extended Range. Tra gli aerei dell’Aeronautica troviamo poi l’aliante monoposto LAK-17A, adatto alle competizioni volovelistiche. Gli MB.339A sono invece velivoli d’attacco leggero in dotazione a Galatina per l’addestramento dei piloti, che poi svolgono un corso preoperativo sull’MB.339CD.

Tra i velivoli dell’Aeronautica Militare italiana troviamo poi l‘MQ-1C Predator A+, ovvero un aeromobile APR, A Pilotaggio Remoto, e il gemello maggiore, l’MQ-9A Predator B. Completano il quadro l’elicottero NH 500E, l’aliante biposto per competizioni Nimbus-4DM, il biturbina per trasporto leggero P.180, il quadroposto leggero a 5 posti denominato S 208M, l’SF.260EA per allievi piloti dell’Accademia e infine i velivoli da combattimento bireattore Tornado IDS/IT-ECR.

Photo credits | Aeronautica Militare Italiana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>