Dopo il corso OBOS: la formazione specialistica degli incursori

di Daniele Pace Commenta

Il ruolo dell’incursore ha dovuto adeguarsi, negli ultimi decenni, ad un nuovo tipo di guerra, che prevede il contrasto al terrorismo nelle nazioni che ne appoggiano la causa.

Nello scorso articolo abbiamo parlato di come, chiunque voglia far parte dei Corpi Speciali dell’Esercito, debba frequentare il Corso OBOS, per prima cosa, prima di poter decidere il suo indirizzo.

Come anticipato, il corso OBOS ha una durata limitata, ma è fondamentale per comprendere a propria attitudine a far parte dei corpi speciali. È un corso molto impegnativo, da tutti i punti di vista, e il sito dell’Esercito avverte che a volte, il 50% delle reclute non riesce a superarlo. Se si vuole diventare incursori poi, il punteggio minimo da raggiungere è di 14/20, contro i 12/20 degli altri aspiranti.

La specializzazione

Una volta superato il corso OBOS, si può passare alla formazione specialistica, per il brevetto di Incursore, o di Ranger ed Acquisitore Obiettivi. Queste formazioni sono di competenza dei reggimenti incaricati, e variano a seconda del brevetto che si vuole conseguire.

In comune, i vari corsi di formazione hanno la fase tecnico-tattica e quelli che sono chiamati in gergo “moduli ambientali”. Questi vengono svolti in base alla disponibilità delle strutture, come i poligoni o i mezzi aerei, e quindi i tempi sono flessibili.

Inoltre i corsi vengono sempre aggiornati, con l’aggiornamento delle tecniche militari. Per gli aspiranti incursori il corso formativo dura un anno e mezzo, ed è il più lungo tra i vari corsi, che comunque richiedono un impegno piuttosto sostenuto.

Nonostante le reclute hanno superato il corso OBOS, bisognerà naturalmente superare altre verifiche, per ottenere il brevetto. Gli incursori sono affidati al 9° Reggimento d’Assalto Col Moschin. È un’unità di Forze Speciali Tier 1 che svolge missioni particolarmente delicate, come azioni Direct Action, Special Reconnaissance e Military Assistance per missioni di Controterrorismo e Hostage Rescue Operations. Inoltre gli incursori sono utilizzati anche nella Strategic Reconnaissance, che funge da supporto alle agenzie di intelligence.

Gli Allievi Incursori si addestreranno con corsi specifici, come il Corso di Combattimento per Incursori (CCI), il Corso Combattimento Avanzato per Incursori (CCAI), il Corso CAC di Conduct After Capture e quattro moduli ambientali.

Nel prossimo articolo analizzeremo meglio nel merito i singoli corsi di combattimento, che sono essenziali per le operazioni sul campo in territorio ostile. Il ruolo dell’incursore infatti, ha dovuto adeguarsi, negli ultimi decenni, ad un nuovo tipo di guerra, che prevede il contrasto al terrorismo nelle nazioni che ne appoggiano la causa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>