Esplosioni a Boston, torna l’incubo terrorismo negli USA dopo l’11 settembre

di Matteo Carriero Commenta

Esplosioni a Boston, tre morti e oltre 140 feriti per l’attentato che ha avuto luogo al termine della grande maratona seminando il panico nella popolazione. Torna l’incubo del terrorismo negli USA dopo l’11 settembre.

Le esplosioni a Boston fanno ripiombare gli Stati Uniti nel pieno dell’incubo terrorismo. Le terribile due bombe, esplose ieri nell’arco di venti secondi dopo circa 3 ore dal passaggio del primo maratoneta sul traguardo, quindi in uno dei momenti di massimo rilievo per l’evento, ha causato 3 morti e oltre 140 feriti di cui diversi dei quali in condizioni critiche. Di conseguenza si teme un aggravamento del già tragico bilancio dell’attentato. E mentre l’FBI parla di attacco terroristico senza indugiare in giri di parole, l’incubo terrorismo torna negli USA.

Sui responsabili delle esplosioni di Boston ancora non si può assolutamente parlare di certezze, come è ovvio. Ancora non si è nemmeno in grado di definire più probabile un ipotesi rispetto a un’altra ma una cosa è certa: si è trattato di un attentato preparato meticolosamente. La responsabilità potrebbe infine ricadere su qualche cittadino americano, non si può escludere al momento, ma è indubbio che l’ipotesi di terrorismo da parte di personalità estere è molto forte ed è naturalmente all’11 settembre che va il pensiero di molti in un giorno così tragico, in cui si contano i morti, i menomati, i feriti gravi (tra cui anche dei bambini e delle bambine).

L’incubo terrorismo è tornato: dopo le esplosioni Obama ha dichiarato di non sapere a chi attribuire l’operato dell’azione, ma che chiunque sia “pagherà” per quel che ha compiuto. Un funzionario della Casa Bianca ha dichiarato:

Qualsiasi evento con ordigni esplosivi multipli – come questo sembra essere – è chiaramente un atto di terrorismo e verrà affrontato come un atto di terrorismo. Tuttavia, non sappiamo ancora chi ha condotto questo attacco e un’inchiesta accurata dovrà determinare se sia stato pianificato e realizzato da un gruppo terroristico, straniero o interno.

Photo credits | Beverly & Pack su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>