Eventi softair 2013, Operazione Bad Moon 2 il 22-23 giugno a Teramo

di isayblog4 Commenta

Tra gli eventi softair alla soglia dell’estate del 2013 troviamo l’Operazione Bad Moon 2, che si terrà il 22 e il 23 giugno a Civitella del Tronto in provincia di Teramo. Un evento da 24 ore della tipologia a pattuglia da 8 operatori che promette grande divertimento a tutti gli appassionati.

L’Operazione Bad Moon 2 andrà in scena il 22 e il 23 giugno a Civitello del Tronto vicino Teramo: tutti gli appassionati sono avvisati, il tempo per prepararsi a uno dei più interessanti tornei del periodo pre-estivo c’è tutto. L’evento softair avrà una durata di 24 e vedrà competere 7 squadre da 8 softgunner ciascuna, che avranno navigazione libero con obiettivi a finestra. L’Operazione Bad Moon 2 si svolgerà con qualsiasi condizione meteo e la difficoltà dell’evento è stimata come medio/alta tanto sul profilo tecnico quanto sul profilo fisico.

Per partecipare al torneo softair occorre avere un navigatore o una bussola, una radio LPD, una macchinetta fotografica digitale e 2 cellulari a squadra (come minimo), nonché abiti civili. Il costo dell’evento Operazione Bad Moon 2 è di 320 euro a squadra, quindi 40 per ogni giocatore, ma include anche la colazione e il pranzo della domenica, nonché targhe e coppe per tutti i partecipanti. Tutti i team interessati dovranno versare un acconto di 120 euro entro il 30 marzo 2013. Per ottenere qualsiasi informazione in merito al torneo e alla possibilità di pernottare in loco si può scrivere all’indirizzo email [email protected] oppure telefonare al numero 320 3451918.

Il background dell’evento si basa sulla fuga dal luogo di prigionia super segreto, del leader dell’UCK del Kosovo Hascim Tachi, liberato da alcuni esponenti armati dell’UCK:

Nei loro piani era prevista anche la doppia evasione non solo del leader Thaci, ma anche del suo braccio destro Haliti. Tutti i maggiori orgami di controllo e sicurezza internazionale sono in allerta, poichè la fuga del leader dell ‘UCK oltre ad essere un evento scomodo per alcuni è preoccupante per molti. Si teme infatti che il leader possa tornare nel suo amato Kosovo a minare la pace e la serenità (apparente) del luogo.

Spetterà ai softgunner sventare questo rischio.

Photo Credits | possan su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>