Lince (VTLM), Veicolo Tattico Leggero Multiruolo

di isayblog4 Commenta

Il Lince VTLM (Veicolo Tattico Leggero Multiruolo) nasce dalla necessità dell’Esercito Italiano di dotarsi di un nuovo veicolo leggero multiruolo con elevate capacità di protezione del personale per una graduale sostituzione dei VM-90 (torpedo e protetto). Il Lince possiamo dire che può essere considerato l’equivalente dell’Hammer statunitense. Il veicolo infatti viene utilizzato per il trasporto e la protezione di unità di fanteria leggera; dalla postazione del sedile anteriore possono essere utilizzate mitragliatrici leggere e pesanti, calibri da 5,56mm e 7,62 mm mentre dal sedile posteriore si possono utilizzare calibri dal 12,7 o superiore con l’armamento posto sulla ralla.

Fino ad ora il Lince è stato impiegato operativamente, fuori dal territorio nazionale, per la prima volta in Libano con la livrea bianca dei veicoli ONU; pochi mesi dopo ha iniziato ad operare in Afganistan dove è stata testata la resistenza agli attacchi IED (Improvised Explosive Device). Infatti in Afganistan il veicolo è stato soggetto a più attentati con ordigni esplosivi, di intensità non nota, nei quali gli occupanti del veicolo sono usciti solamente feriti. Nel 2008 i Lince rischierati in Afghanistan erano almeno 135 e sono stati bersaglio  di vari attacchi, contro il contingente italiano, con IED, RPG ed altro. Nonostante tutto gli equipaggi hanno subito solo ferite più o meno gravi ma senza perdere la vita come capitato in attacchi simili sui VM-90. A fine 2008 la Spagna ha iniziato a schierare in Afghanistan i suoi Lince, dopo Italia, Norvegia, Belgio e Repubblica Ceca.

Il Lince viene costruito dalla Iveco DVD presso lo stabilimento di Bolzano; E’ lungo 4,7 m, largo 2,1 m, alto 2 m; monta un motore diesel Iveco F1C quattro cilindri in linea common rail da 3.000cc da 136 kW (190 cv). Il veicolo usufruisce di una elevata protezione, specie in funzione antimina, le ruote e il serbatoio sono separati dalla cabina ed è dotato di robusto roll-bar.  Il Light Protection Kit proposto dalla Iveco prevede l’inserimento di piastre in compositi in tutto l’abitacolo e la sostituzione dei finestrini con pannelli corazzati in blindovetro. Queste modifiche, portate a termine in poche ore direttamente presso le unità d’impiego, assicurano la protezione dell’equipaggio contro il munizionamento perforante da 7,62 mm e le mine antiuomo più pesanti, come la DM31. L’aggiunta sotto lo scafo di un’ulteriore pannello di corazzatura fornisce un’adeguata difesa anche contro le mine anticarro, pur riducendo l’altezza da terra del veicolo e quindi la sua mobilità fuori strada.

Un Heavy Protection Kit consente infine di garantire la sopravvivenza al fuoco delle mitragliatrici pesanti da 12,7 e 14,5 mm, anche se al prezzo di un certo appesantimento del mezzo e di una notevole riduzione del carico utile residuo.  Il Lince è dotato di una innovativa ralla servoassistita, dell’altezza di 40 cm, che offre una maggiore protezione all’uomo in ralla sia dal punto di vista balistico che in caso di ribaltamento.

L’Esercito Italiano ha voluto dotare il Lince di una Torretta remotizzata OTO Hitrole Light per il teatro afgano. La torretta può essere configurata con una mitragliatrice da 7.62mm o 12.7mm, lanciagranate automatico da 40mm e relativi dispositivi ottici di puntamento, ed è comandata dall’interno del veicolo dall’operatore attraverso un pannello di controllo e joystick.

I Lince in forza al RIAM (Reparto Incursori Aeronautica Militare) hanno in dotazione delle coperture Copertura anti-IR speciali di vari colori (verde, bianco e giallo) che riducono la segnatura IR del mezzo. A bordo del Lince troviamo anche un sistema AMAPTM-ADS: Sistema di Difesa Attiva, messo a punto da IBD e che garantisce, grazie a contromisure previste a bordo, una protezione a 360° contro una serie di minacce.

Il Lince può essere caricato sia sull’elicottero CH-47 (un esemplare della versione esplorante a passo corto oppure appeso al gancio baricentrico) che sull’EH-101 e CH-53. Previa preparazione è possibile inoltre trasportare il veicolo appeso al gancio baricentrico dell’NH-90. Ovviamente il Lince può essere imbarcato su tutti i maggiori velivoli da trasporto militari: un C-27J è in grado di trasportare un veicolo, un C -130J ne trasporta due, un C17  ne trasporta otto, un C-141E ne trasporta sei e un C-5 Galaxy può trasportarne fino a quindici. Il Lince inoltre è stato progettato in modo da avere un basso livello di emissioni termiche e sonore ed una ridotta traccia radar; a tal fine infatti le parti più calde sono state protette da altre strutture, il silenziatore è posto internamente al telaio e la turbina è installata sotto il motore.

Tra le versioni speciali esiste anche la versione ambulanza, alcuni esemplari sono già stati consegnati alla Protezione Civile ed è previsto che alcune unità siano consegnate all’Arma dei Carabinieri. All’estero il Lince viene utilizzato in Inghilterra dal Royal Army con la denominazione di “Panther CLV”, in Belgio, in Norvegia, in Croazia, in Spagna, in Austria, nella Repubblica Ceca, in Slovacchia ed in Albania. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>