Micro Auricolare Induttivo

di Marco Valeri Commenta

Micro auricolari e microregistratori, come il Microregistratore Digicel 280, fanno sempre più parte di quelli che sono i sistemi di spionaggio che la più moderna tecnologia ci presenta. I micro auricolari a induzione sono emersi grazie ad una micro tecnologia elettronica che è riuscita a far emergere un prodotto molto singolare. Infatti i micro auricolari a induzione sono strumenti molto piccoli che in uno spazio “micro” riescono a contenere un trasmettitore, un ricevitore ad un piccolo apparecchio per la riproduzione dei suoni.

I micro auricolari ad induzione sono molto utilizzati nella sorveglianza passiva. Queste minuscole apparecchiature si compongono fondamentalmente in due parte:

  1. la collana ad indizione che contiene la scatola con il microfono. Questa dev’essere posizionata attorno al collo del soggetto che intende utilizzarla e, naturalmente, sotto i vestiti per non essere avvistata. La collana di indizione permette di connettere il cellulare che l’auricolare che è stato posizionato correttamente all’interno dell’orecchio. Inoltre la stessa collana di indizione contiene il microfono che recepirà le conversazioni. La collana di indizione effettua una connessione con il telefono cellulare interessato senza fili mediante il bluetooth; per quanto riguarda la connessione verso l’auricolare questa avviene mediante l’induzione magnetica.
  2. micro auricolare: è l’apparecchi che consente di ricevere le informazioni che interessano, ovvero i suoni provenienti attraverso l’interlocutore. Questi suoni vengono percepiti mediante il cellulare, la collana e il micro auricolare.


Solitamente un micro auricolare induttivo comprende:

  • il trasmettitore;
  • ricevitore;
  • apparecchio per la riproduzione del suono.

Questo tipo di prodotto è frutto della tecnologia più recente per quanto riguarda i sistemi di spionaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>