Reggimento Corazzieri, presentate le nuove moto Guzzi (VIDEO)

di PieraLombardi Commenta

Le nuove moto Guzzi California Touring 1400 in dotazione al Reggimento Corazzieri, la guardia d’onore del presidente della Repubblica italiana,  sono state presentate al capo di Stato, Sergio Mattarella, che per l’occasione, ha ricevuto al Quirinale una delegazione del Gruppo Piaggio composta dal vice presidente Matteo Colaninno, dal consigliere di amministrazione Michele Colaninno, Amministratore Delegato e Direttore Generale della holding Immsi, da Maurzio Carletti, responsabile Mercato Italia e da Leo Mercanti, responsabile Marketing di Prodotto del Gruppo. Le  nuove Guzzi continuano una lunga tradizione che vede queste moto da lungo tempo in uso nei servizi di scorta presidenziali.

 

 

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto al Quirinale i vertici del gruppo Piaggio.
Il vicepresidente del gruppo Piaggio, Matteo Colaninno, l’Ad di Immsi Michele Colaninno hanno presentato al capo dello Stato le venti Moto Guzzi California Touring 1.400 destinate a essere impiegate dal reggimento dei Corazzieri, la guardia d’onore e di sicurezza del Presidente della Repubblica.
Le nuove California Touring 1.400 sono state prodotte, nelle versioni speciali per i Corazzieri, nella sede di Mandello del Lario in cui Moto Guzzi fu fondata nel 1921.

Le California 1400 presentate al presidente della Repubblica, continuano la lunga tradizione che vede le moto di Mandello utilizzate dai Corazzieri. La caserma del Reggimento Corazzieri ‘Maggiore Alessandro Negri di Sanfront’ espone, nel Salone delle moto d’epoca, numerose Moto Guzzi storiche che negli anni sono state impiegate nei servizi di scorta al capo dello Stato.

 

 

 

Fonte motoguzzi.com

Fonte video youtube.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>