Terremoto, salgono a 1900 i militari al lavoro

di PieraLombardi Commenta

L’impegno dei militari per fronteggiare l’emergenza sisma è tutt’altro che venuto meno, anzi è aumentato. Nelle zone colpite dal terremoto sono stati schierati infatti altri uomini e il contingente delle Forze armate impiegato per l’emergenza è diventato di circa 1.900 unità.

 

Terremoto, salgono a 1900 i militari al lavoro

 

 

In particolare, è stato potenziato il numero di assetti specialistici del Genio militare dell’Esercito messo a disposizione per le attività di ripristino dei servizi nei luoghi colpiti dal terremoto. Circa 300 militari sono impegnati nell’area di Muccia (Macerata) ed è stato incrementato anche il numero del personale destinato a Norcia e nei comuni più in difficoltà.

 

 

terremoto-centro-italia-1-900-militari-impiegati-a-sostegno-della-popolazione

I militari, lavorando a stretto contatto con Protezione civile, Vigili del Fuoco e volontari, forniscono le migliori capacità di personale, mezzi e attrezzature speciali a favore della popolazione per garantire l’incolumità di persone e beni, il sostegno agli sfollati e rendere il più veloce possibile il ripristino dei servizi essenziali.

 

Le Forze armate – ha sottolineato il capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Graziano – in casi di pubbliche calamità, sono uno degli strumenti a disposizione della Protezione Civile, prontamente impiegabili grazie alla capacità duale dei propri mezzi, all’elevata specializzazione del personale e all’esperienza maturata nei teatri operativi internazionali.

 

terremoto-centro-italia-militari-impegnati-per-riaprire-una-scuola

 

Decisivo il ruolo dell’Esercito nel ripristino delle attività fondamentali nei comuni colpiti. Alla scuola di Cittareale, al bypass in località Tre Occhi e al ponte Bailey di Amatrice, ora si è aggiunta tra le opere realizzate, anche la scuola di Gualdo Tadino inaugurata in tempi record dopo 4 settimane di lavoro, grazie anche al lavoro dei militari.

 

 

 

Fonte e foto difesa.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>