Terremoto, l’Esercito realizza un nuovo ponte ad Amatrice

di PieraLombardi Commenta

Prosegue l’impegno dell’Esercito a sostegno della popolazione colpita dal terremoto dello scorso 24 agosto: è stato appena inaugurato un secondo ponte costruito dai militari in tempi record per garantire il ripristino della viabilità tra il comune di Amatrice e la vicina frazione di Retrosi, altrimenti isolata.

 

 

 

L’ulteriore ponte ‘bailey’ aperto da qualche giorno consente il ripristino della viabilità e permetterà il transito di mezzi pesanti fino a 33 tonnellate e di scuolabus, garantendo un’ulteriore via di comunicazione tra il comune reatino e la Salaria.

Si tratta della seconda opera, dopo il bypass costruito in località Tre Occhi, che i militari  hanno realizzato in soli 15 giorni, grazie al lavoro di 200 uomini. Il ponte, lungo 12 metri, permetterà un’altra via d’accesso ad Amatrice.

Al taglio del nastro erano presenti il capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, il presidente della Provincia di Rieti, Giuseppe Rinaldi, il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, e il comandante del Raggruppamento ‘Sisma’, B. Gen. Sergio Santamaria.

Nel suo intervento il capo della Protezione Civile ha ringraziato l’Esercito per quanto fatto nel montaggio del ponte e per la professionalità dimostrata in tutto il periodo dell’emergenza.

Il ministero della Difesa, con Esercito, Marina, Aeronautica e Carabinieri, è presente nelle aree colpite dal sisma fin dalle prime ore del 24 agosto per assistere la popolazione, e ha garantito con il Genio militare il ripristino della viabilità, nonché la sicurezza delle numerose zone rosse, con lo schieramento di una task force di sicurezza e un forte impegno al servizio dei cittadini.

 

 

Fonte e foto difesa.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>