A Caserta il primo Sacrario dei caduti in missioni di pace

di PieraLombardi Commenta

E’ il primo Sacrario Nazionale alla Memoria dei Caduti militari e civili nelle missioni di pace. Si inaugura domani, 12 ottobre, con una cerimonia ufficiale all’eremo di San Vitaliano nella frazione Casola di Caserta, città da sempre legata alle Forze Armate perché vi risiede il tenente colonnello Gianfranco Paglia, promotore dell’iniziativa,  Medaglia d’oro al Valore militare, costretto alla sedia a rotelle dopo l’agguato al nostro contingente di pace in Somalia.

 

eremo-san-vitaliano

E’ un doveroso omaggio a chi è morto per la Patria

Queste le parole del tenente colonnello Gianfranco Paglia che oltre all’idea iniziale ha organizzato in collaborazione con il comune di Caserta, la cerimonia che vedrà la partecipazione  del ministro della Difesa, Roberta Pinotti; del sindaco di Caserta, Carlo Marino; dei familiari, provenienti da ogni parte d’Italia, dei 176 Caduti; del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Generale di Corpo d’Armata Danilo Errico delegato anche del Capo di Stato Maggiore della Difesa Generale Claudio Graziano, assente, suo malgrado, perché impegnato in un vertice Nato con altri 16 Capi di Stato Maggiore della Difesa; del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri Tullio Del Sette; di di ogni ordine e grado della città di Caserta.

Un totem multimediale metterà in risalto foto e storie dei caduti perché soprattutto le scolaresche presenti prendano coscienza del sacrificio di tanti nostri militari e civili, un capitolo importante della storia contemporanea.

Il Sacrario dei caduti nellle missioni di pace, si è realizzato grazie a un’idea iniziale di Daniela Paglia, sorella di Gianfranco Paglia, che guardando il telegiornale 11 anni fa, atterrita dalle immagini della strage di Nassirya si mobilitò con una lettera inviata al Capo di Stato Maggiore della Difesa, perché quel sacrificio e non solo quello, non cadesse nell’oblio.

Dal 12 ottobre il Sacrario potrà essere visitato dalle scolaresche che ne faranno richiesta, per comprendere lo spirito di sacrificio che caratterizza i militari italiani che in prima linea si impegnano nelle terre più disperate per la pace.

 

La giornata – ha spiegato il tenente Gianfranco Paglia, che ha pubblicamente ringraziato il comune di Caserta e don Valentino Picazio, rettore dell’eremo di San Vitaliano – consente ai familiari dei Caduti e a tutti i cittadini l’opportunità di unirsi nel ricordo di coloro che si sono sacrificati, riservando loro un doveroso omaggio. L’evento sarà l’occasione per manifestare la vicinanza alle loro famiglie, mostrando l’orgoglio di appartenere a una Patria che, pagando anche un pesante tributo di vite, è protagonista della comunità internazionale in difesa dei diritti fondamentali dell’uomo, della democrazia e nel fronteggiare il terrorismo in ogni sua forma ispirandosi ai dettami della nostra Costituzione.

 

 

Fonte agenparl.com e congedatifolgore.com

Photo credits comune.caserta.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>