Armi antiche, la spada uncinata cinese

di Matteo Carriero Commenta

La spada uncinata è un’arma antica cinese, originaria più precisamente della Cina settentrionale, che gli studiosi e gli storici ritengono avere origini antichissime: si parla addirittura del periodo dei regni combattenti, tra il 453 aC e il 221 a.C. L’arma veniva realizzata pensando all’utilizzo che ne avrebbe fatto il combattente in coppia, e presenta alcune peculiarità assolutamente uniche.

La spada uncinata cinese, anche detta spada a testa di tigre, è un’arma bianca pensata per l’utilizzo in coppia e dalle caratteristiche estremamente insoliti. La spada è provvista di un paramano, anzitutto, che assolve sia alla classica funzione di protezione, sia a quella di causare danni agli oppositori, dato che sul paramano è disposta una lama a mezzaluna affilata. Sotto il manico troviamo uno spuntone che poteva essere utilizzato per impartire il colpo di grazia al nemico.

La lama, infine, è lunga e termina con un ripiegamento della stessa a forma di uncino. La spada uncinata o spada a testa di tigre (in cinese Shuang Go), veniva usata generalmente in coppia: l’utilizzo singolo di una spada uncinata era assai raro, in quanto è nell’accoppiata che le caratteristiche dell’arma possono farsi valere con maggior forza. Oltre a poter colpire di taglio con il lato della lama il guerriero che impugnava le due spade uncinate poteva trafiggere l’avversario con l’uncino, oppure disarmarlo con lo stesso. Inoltre era anche possibile agganciare i due uncini. Con questo movimento si poteva far roteare le due armi agganciata andando a colpire a distanza maggiore e con una terribile forza di rotazione il nemico, ferendolo con la mezzaluna sul manico o lo spunzone sotto di esso.

L’utilizzo contemporaneo di due spade uncinate, date le caratteristiche complesse dell’arma, richiedeva come ovvio una formazione specifica. Questa era fornita durante l’addestramento alle arti marziali. Nata nel settentrione della Cina, l’arma fu dapprima caratteristica del kung fu delle regioni settentrionali cinesi, per poi diffondersi in tutto il paese.

Photo credits | Chris su wikipedia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>