Musei militari, firmato accordo per valorizzarli

di PieraLombardi Commenta

I musei militari sono una vera e propria ricchezza per l’Italia ed è tempo che entrino a pieno titolo negli itinerari culturali del nostro Paese. L’ha sancito un accordo innovativo  firmato dal ministro della Difesa, Roberta Pinotti, e dal ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini, per la valorizzazione e la promozione turistica del patrimonio museale militare italiano. Per festeggiare l’evento da oggi, 8 luglio a domenica dieci luglio, tutti i musei militari coinvolti saranno aperti al pubblico fino alle 23

 

Museo storico bersaglieri Roma

Obiettivo dell’iniziativa – che riguarda 15 musei militari in 8 città italiane – è infatti quello di accrescere la conoscenza, la valorizzazione e la promozione turistica del patrimonio museale militare italiano: strutture che costituiscono un enorme potenziale sia sotto il profilo turistico che storico-scientifico.

I musei militari rappresentano una vera e propria ricchezza dell’Italia e questo accordo, frutto del grande lavoro di sinergia tra i due ministeri, serve proprio a valorizzare il territorio e allo stesso tempo coltivare la nostra cultura e la nostra memoria di popolo, ha affermato il ministro Pinotti.

All’interno del museo del Genio dell’Esercito, ad esempio – ha aggiunto il ministro – è possibile ricostruire la storia delle Forze Armate e, allo stesso tempo, trovare le radici dell’ingegneria civile e osservare come un tempo venivano costruiti ponti, autostrade”.

L’intento dopo che alcuni di questi musei lo scorso mese di marzo sono stati aperti al pubblico nelle giornate del Fai (Fondo Ambiente Italiano)  è di creare un circuito unico al mondo, come ha sottolineato il ministro Franceschini nel suo intervento.

Il ministero della Difesa, negli scorsi mesi, ha sostenuto anche diverse iniziative di ciascuna Forza Armata finalizzata alla conservazione del patrimonio storico militare, in particolar modo in occasione delle celebrazioni del Centenario della Grande Guerra ed il 70° Anniversario della Liberazione.

Grazie alla sinergia tra i due dicasteri, da oggi 8 a domenica 10 luglio, tutti i musei militari saranno aperti al pubblico fino alle ore 23:00. Un’iniziativa unica nel suo genere in Italia, che consentirà ai visitatori di conoscere da vicino la storia militare del nostro Paese.

I musei aperti al pubblico durante questa manifestazione saranno i seguenti: museo Storico della Fanteria a Roma; museo Storico dei Granatieri di Sardegna a Roma; museo Storico dei Bersaglieri a Roma; museo della Motorizzazione Militare a Roma; istituto Storico e di Cultura dell’Arma del Genio a Roma;museo Storico Aeronautica Militare a Vigna di Valle, Bracciano (Roma); museo Storico dell’Arma dei Carabinieri a Roma;museo Storico Nazionale di Artiglieria a Torino; museo Storico della Cavalleria a Pinerolo (Torino); museo Tecnico Navale a La Spezia; museo Storico Navale a Venezia; museo Nazionale Storico degli Alpini a Trento; museo Storico della Terza Armata a Padova; museo della Grande Guerra e della Fortezza di Palmanova a Palmanova (Udine); ,useo Storico della Brigata Sassari a Sassari.

La gestione per la valorizzazione di questi musei sarà affidata a Difesa Servizi S.p.A., società in house del ministero.

 

Fonte e foto difesa.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>