Smith & Wesson 686, pistola adatta a tutti

di Sandra Commenta

 La pistola Smith & Wesson 686, assiame alla più nuova versione 686 Magnum plus, è secondo alcuni la più amata dagli appassionati italiani. Il modello classico è a sei colpi, mentre la versione Magnum ha un colpo in più, senza che il diametro del tamburo abbia subito variazioni. Quest’ultima, dunque, è davvero al momento una pistola abbastanza prestante, ricercata ma al tempo stesso diffusa per la sua versatilità.Le dimensioni complessive si potrebbero definire medie, adatte alle esigenze di ogni tiratore. Anche i difetti da rinculo sono stati ridotti davvero al minimo in quest’arma comoda ed affidabile. La canna è caratterizzata da una guardia dell’asta prolungata per agevolare l’estromissione dei bossoli. Le fresature del tamburo non sono ornamentali, ma servono soprattutto per alleggerire il peso e la struttura. Il modello Magnum, a proposito, è stato alleggerito di alcuni dettagli di abbellimento della versione classica, perché il prezzo non subisse eccessive variazioni. Per questo motivo il supporto anteriore della tacca di mira non è più squadrato, il che richiede una lavorazione a parte, ma appare arrotondato come esce normalmente dai macchinari di produzione.

Leggermente modificato nel modello Magnum anche il disegno del cane, per il quale i gusti possono essere vari, ma che offre in ogni caso all’occhio uno spettacolo che la nicchia di mercato ha gradito. In generale la Smith & Wesson (di cui è rimasto nel cuore degli amatori soprattutto il celebre modello 29) ci ha abituati con le sue armi ad una linea che tiene conto più delle caratteristiche tecniche, estremamente curate ed affidabili, che delle rifiniture estetiche. Per quanto riguarda Smith & Wesson 686 magnum plus, abbiamo il telaio chiuso, il tamburo basculante sul lato sinistro, con modalità che a scelta può esser usta in singola o doppia azione.

Ma andiamo ad esaminare brevemente le condizioni di tiro: durante lo sparo questa pistola ha dato prova di un ottimo bilanciamento, tenendo presente la sua categoria, ossia quella delle armi da sei pollici. Sia in singola che in doppia azione, il tiro presenta pochissimi problemi di retroscatto.

(Foto da http://www.pixmule.com/686/22/, per gentile concessione).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>