Satelliti spia e spionaggio

di Marco Valeri Commenta

I satelliti spia sono una delle ultime e più innovative invenzioni della scienza bellica. Le ricerca delle informazioni è sempre stata molto importante per le diverse strategie militari. Sapere le intenzioni e le mosse di un nemico, permette di poter giocare in vantaggio e prevedendo diverse azioni.

Il recupero delle diverse informazioni è sempre stato legato a quello che è lo spionaggio. Lo spionaggio ha sempre fatto parte delle molteplici strategie militari. Veri e proprio soldati sono da sempre stati educati e preparati a questo lavoro molto delicato. Infiltrazioni, fuga d’informazioni e recupero di dati si sono sempre andati a trovare dietro quello che è il lavoro delle spie. Le Strategie militari e moderne a confronto evidenziano di come sia sempre stato importante il fatto di reperire determinate informazioni.

La tecnologia è riuscita a dare vita a diversi meccanismi che riescono a creare a reperire informazioni. Sistemi di spionaggio: software cellulare spia sono tra le tante piccole novità che si possono reperire per questo genere di attività.

Tuttavia, la novità nel campo delle diverse strategie militari e sopratutto nel campo dello spionaggio, si possono vanno a racchiudere dietro i satelliti spia. I satelliti spia riescono a reperire informazioni che fino a qualche decennio fa non s’immaginava possibile: movimenti delle truppe nemiche, movimento di diversi mezzi militari, strategie avversarie. Tutti fattori che permettono di giocare con l’effetto sorpresa nei confronti dei nemici.

I satelliti spia possono essere affiancati dagli aerei spia. Tuttavia, gli aerei spia hanno una capacità d’azione più limitata dato che non possono sorvolare i cieli degli altri paesi.

Photo Credits – Tullio M. Puglia – Getty Images News – Getty Images – 183712281

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>