Tiro con l’arco, l’importanza della respirazione

di Matteo Carriero Commenta

Nel tiro con l’arco l’importanza della respirazione è enorme. Nella pratica del tiro occorre imparare nuovamente a respirare, non più solo con la parte apicale dei polmoni ma anche con il ventre. La respirazione ventrale, comunissima nei neonati, deve tornare a poter essere eseguita con naturalezza per diversi motivi.

Anzitutto, l’importanza di una corretta respirazione che sia anche ventrale, risiede nella migliore ossigenazione del sangue che evita eventuali, lievi capogiri legati all’iperventilazione. L’organismo riceve l’ossigeno con meno atti respiratori, inducendo il cuore a rallentare, reprimendo, inoltre, il sistema simpatico. Ciò significa poter gestire meglio situazioni emotivamente forti (un tiro “sentito” per qualche motivo, una situazione particolare, una situazione di competitività).

Oltre a ciò, c’è un beneficio assolutamente fondamentale derivante dalla respirazione ventrale. La fascia addominale dilatata e il diaframma rilassato conducono a una postura di grande equilibrio e stabilità, che collegato alla calma e alla pulizia mentale, anch’essa corroborata dalla respirazione ventrale, può condurre a un deciso miglioramento nella propria pratica di tiro con l’arco.

Non solo, come riportato anche nel manuale FITARCO per gli istruttori di tiro italiani, la respirazione se eseguita correttamente può assolvere a un’altra importante funzione: quella di fungere da metronomo delle azioni da compiere al fine di effettuare un bel tiro. Durante l’apprendimento delle varie fasi capita sovente di spostare troppo l’attenzione verso una singola fase per la quale ci si vuole esercitare, tralasciandone però inevitabilmente delle altre (come può accadere ad esempio quando ci si concentra sul rilascio “dimenticando” di impugnare correttamente l’arco). Spostare l’attenzione verso la respirazione, usandola quindi come metronomo e guida che scandisca il ritmo, le fasi del tiro, può essere un’ottima pratica in quanto abitua anche l’arciere inesperto a seguire un proprio ritmo personale.

L’importanza di una corretta respirazione, effettuata con il ventre oltre che con la parte apicale dei polmoni, è fondamentale. È in sostanza la base per procedere con il proprio apprendimento dell’arte del tiro con l’arco.

» GUIDA AL TIRO CON L’ARCO

Photo Credits | cobaltfish su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>