Benelli M1 Field: slug completo da caccia grossa

di Sandra 2

 Il calibro 12 Benelli M1 Field è un fucile a canna rigata da 61 cm, e la serie di cui fa parte è la celebre M1 Super 90. Questo M1 è da poco uscito di produzione per esser sostituito dall’M2, che nella sostanza è rimasto fedele al modello originario, essendo caratterizzato più che altro da alcune innovazioni puramente estetiche. Dunque a livello di prestazioni e di uso possiamo assimilare tranquillamente l’M1 al più moderno M2 Field, trovandolo tuttora in commercio, e sicuramente a prezzi leggermente più competitivi rispetto al tipo nuovo. Vediamo dunque le caratteristiche di questo M1.

Questo fucile è considerato arma a metà strada tra la classica carabina e il moderno fucile a canna liscia con munizioni a palla. Questo lo accomuna al Super Black Eagle Field, sempre della Benelli, che andremo a vedere parleremo in seguito. L’M1 è stato valutato dalle commissioni di collaudatori ed esperti  come uno dei fucili più robusti in assoluto tra quelli presenti attualmente sul mercato mondiale. La versione Field, all’origine concepita per la caccia al cinghiale, consente ora in realtà di adoperare una vastissima gamma di cartucce differenti. Questo grazie alla canna rigata ed anche al suo speciale sistema inerziale.

L’M1 rientra a tutti gli effetti nella categoria degli Slug, cara agli utilizzatori americani di armi da caccia, e dei quali abbiamo altrove illustrato le caratteristiche di classificazione. Vediamo i punti più vantaggiosi: la rosata è più concentrata rispetto alla media dei fucili di questo genere, le cartucce studiate appositamente apportano una gran quantità di energia cinetica in più. Si tratta in questo caso delle Rifled e delle Sabot slug. Dato che la carabina è ancora l’arma preferita da molti cacciatori, ci si domanda talvolta per quale motivo sia da preferire un moderno slug come questo. Risponde l’esperto Alessandro Magno Giangio, sul numero di febbraio 2012 di Action Arms, osservando che “a questo fucile sono applicabili tuttel le canne slug e con strozzatori della Benelli, in modo tale da poter impiegare la stessa arma in tutti i contesti venatori possibili”. A quanto pare, dunque, secondo qualcuno il risultato vale bene la spesa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>