Fucile Tx4 Storm, difesa personale e tiro sportivo

di Benjo 3

Per la prima volta dalla fondazione della Beretta Holding nella quale, sotto l’egida della Fabbrica d’Armi Beretta, hanno confluito le case Benelli e Franchi, la casa di Gardone propone un fucile per uso professionale ed autodifesa non ideato esclusivamente per l’attività venatoria.

Precedentemente la Benelli e la Franchi avevano una particolare specializzazione nella creazione di questo tipo di armi e per circa venti anni dopo la fondazione della Beretta Holding non sono stati sviluppati fucili da autodifesa; ora la Beretta propone un fucile Shotgun, il Tx4 Storm.

Il nuovo fucile semiautomatico della serie Storm è il risultato di decenni di esperienza della casa Beretta per il perfezionamento del sistema di recupero dei gas di sparo. Grazie ai nuovi accorgimenti che hanno notevolmente migliorato il sistema di funzionamento a gas, il tiratore che imbraccia un fucile Tx4 Storm avrà una percezione del rinculo molto ridotta con un conseguente aumento della precisione di tiro e dell’affidabilità dell’arma.

Questo fucile risulta molto compatto, con una lunghezza complessiva di poco meno di un metro di cui 470 mm di lunghezza per la canna; il tubo di caricatore, come per altri fucili simili, può contenere un massimo di cinque cartucce calibro 12 Magnum più una camerata ed il peso complessivo dell’arma è di circa tre chilogrammi. Come le altri armi della serie Storm, Cx4, Px4 ed Rx4/Benelli MR-1, infatti il corpo del Tx4 viene realizzato in tecnopolimeri che contribuiscono ad alleggerire notevolmente il fucile.

Altra caratteristica comune alle armi della serie Storm è la possibilità di regolare la corsa del grilletto aggiungendo appositi spaziatori; allo stesso modo si possono aggiungere alla appositi inserti in gomma morbida sia all’impugnatura che al calciolo in modo da migliorare l’imbracciatura del fucile garantendone il massimo controllo in ogni situazione.

Per quanto concerne i dispositivi di mira del Tx4 Storm, sono composti da una diottra posteriore regolabile Ghost Ring rimuovibile e di un mirino anteriore fisso con inserto al trizio per migliorarne la visione notturna protetto da due alette laterali. Nella parte superiore del castello del Beretta Tx4 Storm è applicata una slitta Picatinny che permette, oltre alla rimozione della diottra posteriore, l’applicaizone di dispositivi di mira aggiuntivi come ottiche o mirini Red Dot.

Grazie al nuovo sistema di strozzatori integrali Optima Bore HP facilmente sostituibili, lo shotgun Beretta, come gli altri esemplari della serie Storm può montare una vasta gamma di accessori a seconda dell’esigenza di ogni tiratore così come anche la sicura a pulsante ambidestra. Quest’arma è eccezionalmente adatta alla difesa personale, ruolo per il quale è stata ideata, ma anche nell’impiego come fucile da caccia o tiro sportivo il Beretta Tx4 Storm risulta particolarmente all’altezza del compito.

 

Commenti (3)

  1. ¿perchè un fabbrica di armi cosí antica e di prestigio come Beretta, non produce armi per le forze armate nostrane e non? Grazie!

  2. Non produce arma per le nostre forze armate??? Ma che dici??

  3. Interessante fucile tx4 storn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>