SQT, l’addestramento finale degli US Navy SEALs prima del Tridente “Budweiser”

di isayblog4 Commenta

Far parte delle Forze Speciali non è una cosa semplice e vuol dire vivere pericolosamente mettendo la propria vita a disposizione del Paese compiendo rischiose missioni in tutto il mondo per il risolvere ogni sorta di minaccia; proprio per questo motivo diventare un Navy SEAL richiede il superamento di una durissima selezione, il BUD/S,  finalizzata proprio a sconsigliare coloro che non fossero seriamente motivati e adeguatamente idonei dal punto di vista fisico.

Coloro che riescono a superare con successo il BUD/S vengono considerati idonei e divenire SEALs pertanto potranno partecipare al corso di addestramento SQT, SEAL Qualification Training, con il quale i futuri SEALs acquisiscono le opportune conoscenze in merito alle tecniche e procedure operative relative ai compiti che sono la prerogativa delle Forze Speciali dell’US Navy.

Il corso SQT si basa sull’approfondimento dell’ultima fase del BUD/S focalizzato sul miglioramento dell’efficienza fisica e ad un avanzata acquisizione delle cognizioni tattiche, delle tecniche e delle procedure operative necessarie alle tipologie di missione che i SEALs vengono chiamati a compiere. In quest’ultima fase formativa il ritmo dell’addestramento è intenso in pari misura delle ultime due fasi del BUD/S comprendendo esercizi di addestramento fisico ed esercizi di nuoto avanzato.

La parte finale del corso SQT abilita al brevetto di qualificazione SEAL e a tal fine gli allievi dovranno superare una prova d’esame che prevede il compimento di una missione fittizia; in particolare gli allievi, operando in squadra, dovranno pianificare ed effettuare un esercitazione durante la quale dovranno dimostrare di possedere la giusta padronanza delle tecniche, delle procedure e di tutte le competenze acquisiste durante i corsi BUD/S ed SQT nonché di avere ottime capacità di lavorare in team. Una volta superata con successo quest’ultima prova gli allievi saranno qualificati come SEALs ed otterranno lo Special Warfare Badge, detto anche Budweiser, il “Tridente” di cui solo gli US NAvy SEALs possono fregiarsi.

 SEALs divenuti operativi verranno assegnati ai vari Team facenti parte del il Gruppo East Coast di base a Little Creek in Virginia e del Gruppo West Coast a Coronado in California ognuno dei quali ha una zona del mondo di propria competenza. Ogni Team è composto da otto Plotoni a loro volta composti da sedici uomini ciascuno. I plotoni costituiscono l’unità operativa del Team ed ognuno di essi in base alle necessità operative può essere suddiviso in squadre, nuclei e “swim pairs” composti da un numero variabile di operatori.

Ogni Team ha un ciclo operativo della durata di due anni frazionati in quattro fasi da sei mesi cadauna; i primi diciotto mesi vengono impiegati per un ulteriore periodo formativo e sono equivalenti a tre fasi distinte in  PRODEV, durante la quale viene ulteriormente approfondita la formazione tecnico-professionale di ogni operatore; ULT, durante questa fase il plotone viene sottoposto ad un avanzato addestramento tattico ed operativo in cui si approfondiscono automatismi del lavoro di squadra connessa alle competenze di ogni operatore; infine la fase Squadron Integration  finalizzata all’addestramento di preparazione di quello che viene definito NSW Squadron, Naval Special Warfare, al successivo dispiegamento nel teatro operativo.

Solo negli ultimi sei mesi, la quarta fase, il Team diviene effettivamente operativo ed in questa fase assume la configurazione di NSW Squadron che comprenderà i plotoni operativi SEAL nonché tutti i reparti di intelligence, di supporto logistico, di comunicazione ecc che partecipano ad un unico addestramento in modo da acquisire i necessari automatismi utili ad interagire tra loro ed operare in modo da non lasciare posto ad alcun errore.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>