PSG1, dalla Heckler&Koch il fucile di precisione per Forze Speciali

di isayblog4 1

Il PSG1 (Präzisions Schützen Gewehr- fucile di precisione per tiratore), è un fucile di precisione semi-automatico prodotto dalla casa d’armi tedesca Heckler & Koch. Le origini dello sviluppo di questo fucile risalgono alle Olimpiadi del 1972 in risposta all’attentato terroristico che provocò il cosiddetto “massacro di Monaco” proprio in quella occasione; la polizia tedesca non fu in grado di impegnare i terroristi con sufficiente rapidità in modo da impedirgli di uccidere gli ostaggi. Così la H&K fu incaricata di creare un nuovo fucile semiautomatico per uso militare e di polizia che fosse dotato di una elevata precisione e di un caricatore di grande capacità.

Il PSG1 utilizza munizioni calibro 7,62 mm e dispone di un tiro utile di 600 metri; non è dotato di mire metalliche in quanto ha in dotazione diversi tipi di ottiche, nella versione originale l’ottica è una Hensoldt Wetzlar 6X42 con reticolo luminoso regolabile su distanze da 100 a 600 m. la grande precisione di questo fucile garantisce rosate di 80 mm a 300 metri.

Il calcio del fucile è realizzato in plastica di colore nero opaco completamente regolabile per meglio adattarsi alle esigenze di ogni tiratore; inoltre nella parte frontale è dotato di una apposita slitta per l’aggancio del portacinghia o del treppiede. Il grilletto può essere modificato e tutto il meccanismo può essere estratto dall’impugnatura a pistola di cui è dotato il fucile. La stessa impugnatura a pistola è realizzata in legno completamente ergonomica per fornire al tiratore una presa più efficiente possibile; una base d’appoggio regolabile è applicata all’impugnatura a pistola.

Una caratteristica peculiare PSG1 è che dopo lo sparo della cartuccia il bossolo esploso viene espulso lateralmente con una tale forza da spingerlo ad una distanza di circa dieci metri; inoltre data l’impossibilità del fucile di usare munizioni “lente” di velocità inferiore a quella del suono, per renderlo più silenzioso viene generalmente applicato alla canna un un silenziatore.

Una delle varianti al PSG1 originale fu messo a punto dalla Heckler & Koch nel 2006 realizzando così il PSG1A1. Tra le modifiche più importati per il miglioramento nella nuova arma si ricorda lo spostamento di alcuni gradi in senso antiorario del tiretto di armamento e la sostituzione dell’ormai obsoleta ottica Hensoldt con una più potente, la nuova ottica Schmidt & Bender Marksman II 3-12x50 con impostazioni fino a 1200 metri.

La variante per uso militare del PSG1, viene denominata MSG90  ed a differenza dell’originale è più robusta e leggera allo stesso tempo. Il gruppo di scatto dei due fucili resta lo stesso con possibilità di regolazione del grilletto. Il calcio è di dimensioni più ridotte rispetto all’originale ma completamente regolabile in lunghezza per la spalla ed altezza  per la guancia; anche l’impugnatura a pistola diviene più snella e priva della base d’appoggio rinforzata.

Il costo eccessivo di questo fucile ne limita parecchio l’utilizzo da parte delle militari americani e delle Forze di Polizia ma alcuni esemplari restano comunque in dotazione ad alcune unità delle Forze Speciali come i SEALs e la Delta Force. In Italia il fucile è in dotazione, nelle varie versioni, al NOCS della Polizia di Stato, al GIS dei Carabinieri, agli Incursori del COMSUBIN e del IX Reggimento “Col Moschin”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>